Come Prevenire le Macchie Solari



Ed eccoci con il secondo capitolo dedicato alle creme solari!

In tantissimi ci avete chiesto di approfondire l’argomento in previsione delle vacanze estive ma le domande più ricorrenti riguardavano la protezione del viso dalle macchie solari. Ebbene si, siamo davanti ad un problema molto diffuso anche sulla pelle delle più giovani. La prolungata esposizione al sole può infatti portare alla formazione di piccole discromie concentrate soprattutto sulla fronte.

Vediamo insieme come prevenirle, scegliendo la miglior crema anti macchie per il nostro viso!

  1. Le cause dell’invecchiamento cutaneo
  2. Come riconoscere le macchie della pelle
  3. Come si formano le macchie solari sul viso
  4. Come prevenire le macchie solari e le rughe da raggi UV
  5. La nostra proposta

 

Le cause dell’invecchiamento cutaneo

Quando parliamo d’invecchiamento dobbiamo necessariamente prendere in considerazione due fattori.

Da un lato l’invecchiamento cronologico che procede in base al naturale processo di senescenza delle cellule e davanti al quale nulla possiamo fare se non limitarne i danni attraverso i nostri comportamenti.

Dall’altro l’invecchiamento fotoindotto che è quello scatenato da fattori esterni legati all’ambiente in cui viviamo e alle abitudini.
Alimentazione, inquinamento, tabagismo sono solo alcuni dei fattori che possono contribuire ad accelerare questo tipo d’invecchiamento, il tutto aggravato da una prolungata e non protetta esposizione ai raggi UV.

I raggi UVA e UVB scatenano infatti il rilascio dei radicali liberi nel corpo (processo conosciuto come stress ossidativo) danneggiando le cellule cutanee e dando un boost al fotoinvecchiamento.

L’abbronzatura che tanto amiamo, altro non è che un meccanismo di protezione automatico che la nostra pelle mette in campo contro i raggi solari!

Ricordiamoci però che esiste un limite al livello di protezione che queste misure preventive offrono… questo limite varia da persona a persona e, una volta superato, il risultato possono essere danni permanenti alla pelle compresi quei segni d’invecchiamento precoce (rughe più o meno profonde, perdita di elasticità e di volume) che tanto temiamo da un punto di vista estetico ma che, in realtà, anche per la nostra salute sono assolutamente da evitare.

 

Come riconoscere le macchie della pelle

Le macchie possono essere divise in due tipologie: melasmi ed efelidi (più comunemente conosciuti come lentiggini).

Il melasma (o cloasma) sono le macchie più conosciute soprattutto perché molto frequenti nelle donne in dolce attesa.

Le lentiggini possono invece derivare da una predisposizione genetica oppure si presentano quando la pelle non viene protetta in modo efficacie.

Queste ultime interessano soprattutto il viso (principalmente nella zona “T”) ma possono presentarsi anche su collo, orecchie e décolleté. Hanno solitamente una forma irregolare e possono riassorbirsi naturalmente o scomparire momentaneamente per poi ripresentarsi dopo la prima esposizione al sole.

 

Come si formano le macchie solari sul viso

Avete presente la melanina, responsabile della tanto desiderata abbronzatura?
Sono proprio le cellule che la producono (melanociti) a creare queste macchie a causa di un malfunzionamento dettato dalla troppa esposizione.

Purtroppo, la maggior parte delle volte, ci accorgiamo troppo tardi del problema poiché le prime macchie possono presentarsi parecchio tempo dopo l’esposizione o, addirittura, quando l’abbronzatura inizia a sbiadirsi.

Rispetto ai melasmi o alle classiche lentiggini, queste macchie sono di colore più scuro tendente al marrone o al grigio.

Per questo motivo è molto importante scegliere la giusta protezione al fine di contrastare efficacemente i danni da raggi UV.

 

Come prevenire le macchie solari e le rughe da raggi UV

In questo caso la prevenzione è fondamentale e l’utilizzo di una crema solare per il viso, ad azione anti-macchie e antirughe, è importante per aiutare la pelle a rigenerarsi stimolando la produzione di nuovo collagene.

Parlando di filtri chimici, è importante sottolineare come non tutte le creme solari con questo tipo di filtro sono davvero efficaci nella prevenzione delle macchie solari. Questo a causa del loro meccanismo di azione ad assorbimento.

Completamente diverso è il discorso per le creme solari anti-macchie e antirughe con filtri fisici!

In questo caso, agendo per rifrazione e non per assorbimento, i filtri fisici sono ugualmente performanti a qualsiasi latitudine.

 

La nostra proposta

Per rispondere a tutte le esigenze viste insieme fino ad ora, abbiamo scelto la Crema Viso Protettiva Antiage de “La Saponaria”.

Con un unico prodotto otterremo infatti una triplice protezione:

  • Dal SOLE > riduce la probabilità di formazione di macchie, eritemi solari e scottature.
  • Dallo SMOG > rende la tua pelle luminosa e uniforme, proteggendola dallo smog sempre più presente nelle nostre città (triste conseguenza anche di questa prolungata siccità).
  • Dalle RUGHE > rallenta la formazione di rughe rendendo la pelle più sana ed elastica.

Adatta a tutti i tipi di pelle, anche a quelle più sensibili, ci ha conquistate immediatamente con il suo INCI contenente anche Gel di Aloe, Acido Ialuronico, Olio di Cocco e Vitamina E.

L’abbiamo testata entrambe ma, la più colpita dalla sua azione protettiva, sono stata proprio io. Sono il classico “fantasmino” che fin dalla prima esposizione è a rischio eritemi e scottature.

Attraverso un’applicazione costante quotidiana (ebbene si, in questo periodo la spalmo tutti i giorni al posto della crema idratante), per la prima volta dopo anni non mi ritrovo paonazza in volto e ricoperta da lentiggini scure.

Per conoscerne tutte le proprietà vi rimandiamo alla scheda prodotto presente sullo Shop di Idee dalla Natura. Clicca qui

 

E voi? Usate una protezione solare dedicata al viso o applicate la stessa che spalmate sul corpo?

Speriamo di leggervi presto nei commenti!

 

 

 

 

Altri articoli che potrebbero interessarti:




Commenti (0)

Non ci sono commenti al momento
Prodotto aggiunto alla wishlist
Prodotto aggiunto al confronto.